Esercizio fisico – l’Allenamento

Eccoci finalmente all’ultimo dei S.A.V.E.R.S, l’Esercizio fisico, croce e delizia. Qui secondo me torniamo nel campo delle difficoltà come quando abbiamo parlato della sveglia.  Mi pare di sentirti: Cooooosa? Uscire alle cinque e mezza del mattino a correre? Ma voi siete matti.

running-573762-e1521483493181.jpg

Lo pensavo anche io. Ma tutti i libri di crescita personale consigliano vivamente di fare un po’ di esercizio fisico ogni giorno, meglio se la mattina presto e a digiuno. Quindi forse hanno ragione loro.

Allenarti al mattino a digiuno dà vantaggi importanti:

  • ti rimette in contatto con il tuo corpo insonnolito
  • ti dà la carica perché ti ossigeni con aria più pulita del resto della giornata
  • non hai nessuna scusa come le potresti avere alla sera (non ho tempo, ho fatto tardi dal lavoro, sono stanca, stasera voglio vedere un film..)
  • consumi il grasso corporeo in modo più efficiente se lo fai a digiuno
  • sudare invoglia a farti una bella doccia e l’acqua addosso è il miglior rigenerante che conosca
  • produci endorfine e tutta la giornata prende una piega più easy

Sei ancora scettica? Ricorda che The Miracle Morning è un METODO per acquisire lentamente nuove abitudini grazie alla ripetizione e alla progressione. Se cerchi di modificare troppo velocemente le abitudini senza dare al corpo, alla mente e allo spirito il tempo di metabolizzarle sei destinata a fallire. Ricorda che ci vogliono tra i venti o trenta giorni per modificare un’abitudine e renderla stabile.

E questo vale soprattutto per l’abitudine all’esercizio fisico che è una delle più facili da ricominciare, ma più difficili da mantenere. Innanzi tutto chiamiamo questa abitudine con il suo nome: ALLENAMENTO. Esercizio fisico secondo me non dà l’idea. La difficoltà dell’allenamento rispetto alle altre pratiche può risiedere nel fatto che si ha a che fare con la stanchezza e il dolore fisico dei muscoli se sei ferma da tempo. Quindi per questo più che per tutti gli altri SAVERS ci vuole lenta progressione e ci vogliono strategie.  Se cominci ad andare a correre e magari sono anni che non lo fai, di solito parti in quarta i primi tre giorni, salvo che al quarto giorno i muscoli fanno male e allora con una scusa ti dici, ok vado domani, poi il domani diventa dopodomani e nel giro di una settimana hai di nuovo l’abbonamento al divano.

Mediamente in un’ora di Miracle Morning puoi dedicare 15-20 minuti per l’Esercizio fisico, ma io ti consiglio di cominciare con un bassissimo profilo: 10 minuti di camminata veloce. Proprio così. Esci di casa,  prendi una direzione qualsiasi, cammini a passo sostenuto, magari facendo ondeggiare le braccia per 5 minuti, poi ti volti e torni a casa. Fallo per una settimana. Poi aumenta di un minuto ogni giorno, oggi cammino per sei minuti, mi giro e torno, domani cammino per sette, mi giro e torno…fino ad arrivare a dieci minuti di andata e dieci al ritorno. Poi lentamente trasforma i dieci minuti di andata in: un minuto di cammino e uno di corsa, poi due di corsa e uno di cammino..e così via. Poi fai lo stesso anche con quelli del ritorno. Credimi, se non hai mai corso in vita tua in due mesi correrai per venti minuti. Ti senti sola alle sei del mattino in giro per la città? Portati il cane. Il nostro amico a 4 zampe è sempre un magnifico compagno di allenamento.

activity-beautiful-blur-834893.jpg

Non ti piace correre? Prova con la ginnastica.Cinque minuti di ginnastica (un minuto di saltelli, un minuto per gli addominali, uno per le gambe, uno per le braccia, uno per le spalle) e cinque minuti di stretching. Domani sei minuti, dopodomani sette..

Il punto dell’allenamento del mattino non è veramente allenarsi, è svegliare il corpo dal torpore e fare girare l’energia. E’ darti uno sprint per farti sentire bene nel tuo corpo in modo da farti venire la voglia di allenarti seriamente in altri momenti della giornata. Ti assicuro che ti verrà.

Quando ho cominciato io faceva freddo, era novembre. Camminavo e corricchiavo sul tapis roulant. Quando poi è arrivata la bella stagione ho cominciato ad uscire a correre, ormai correvo venti minuti. Non c’è paragone, specialmente se esci tra le cinque e le sette del mattino. C’è silenzio, in giro ci sono solo signori col cane e gente che corre. Un bel giorno mi sono stufata solo di correre, volevo tonificarmi e ho cominciato a fare ginnastica davanti alla TV. Poi mi sono incuriosita allo yoga perché ero delegno e volevo approfondire anche la meditazione. Poi ho trovato un canale dove trasmettono lezioni di fitness, aerobica e pesetti, ogni mattina. In questo momento alterno tre giorni di aerobica e pesetti, un giorno yoga e due giorni di cammino veloce o corsa. Tra sei mesi chissà. Ma sono certa che non sarò sul divano.

Trova il tuo modo. Dieci minuti. Venti. Mezzora. A seconda del tempo che hai e dei tuoi obiettivi. Se tra i tuoi obiettivi c’è il perdere peso o migliorare la muscolatura l’allenamento del mattino potrebbe diventare l’allenamento “vero”.  Allora scegli di fare mezzora tutti i giorni. Limita il tempo degli altri SAVERS. Se il tuo obiettivo è correre la maratona introdurrai allenamenti mirati mattutini anche più lunghi di mezzora. Se invece il tuo obiettivo è “parlare correntemente il francese nei prossimi sei mesi”, cammina dieci minuti, è sufficiente. Ma non chiamarlo passeggiata. Chiamalo allenamento.

Esegui sempre l’esercizio fisico, anche se il tuo obiettivo non è sportivo e vedrai la differenza.

Un bacione, alla prossima

Tully

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *