fbpx

Attrai quello che sei … e quello che pensi

C’è un motivo ben preciso per il quale il metodo del TMM funziona: si chiama legge di Attrazione.

Quando pensi continuamente a qualcosa succede che la attrai a te, perché l’universo modifica la sua energia per fartela ottenere. Posso capire che a questo pensiero tu sia scettica, allora mettiamola così: se funzionasse davvero, che ti costa provare?

Se sei curiosa e vuoi leggere sull’argomento “legge di Attrazione” ci sono montagne di libri. A mio parere i migliori sono quelli di Esther e Jerry Hicks anche se possono sembrare i più difficili.

Hai mai notato che quando ti senti gioiosa attrai altra gioia intorno a te? E quando continui a parlare in negativo attrai altra negatività addosso a te? Quando ad esempio pensi che forse quella cosa negativa succederà, di solito succede proprio così.

pexels-photo-347135

Leggendo qua e là della legge di attrazione ricordo un esempio: quando cerchi parcheggio, prova cinque minuti prima di arrivare a pensare che troverai un bel posto per la tua auto, concentrati, credici. Come un gioco. Ho provato personalmente, FUNZIONA. Sembra incredibile. Ma di incredibile non c’è nulla.

Non starò qui a farti un trattato sulla energia dell’universo e sulla mente quantica, diventerei noiosa ma in letteratura ci sono migliaia di studi e prove scientifiche che la legge di attrazione è la più potente legge dell’universo. Persino e=mc2 (la relatività di Einstein) è una interpretazione della legge di attrazione.

La migliore definizione della legge di attrazione che ho trovato proprio sui libri di Hicks a mio parere è “ATTRAI QUELLO CHE SEI”. Può sembrare una contraddizione ma non lo è.

Tutto il lavoro di Hal Elrod sui SAVERS si basa su un unico concetto: per ottenere quel che vuoi devi prima DIVENTARE LA PERSONA CHE OTTIENE QUELL’OBIETTIVO. Ripetere i SAVERS tutti i giorni serve a farti diventare quella persona.

Quando ho letto la prima volta il libro, ammetto che questo concetto mi era alquanto oscuro, diciamo senza mezzi termini proprio buio profondo. Non capivo ma la mia vocina mi diceva “fidati, non fa niente se non capisci tutto subito”. Sentivo che il metodo andava bene per me e avevo cominciato a fare diligentemente i SAVERS. Mi piaceva, stavo bene e mi sono fidata.

Dopo qualche tempo mi resi conto di una cosa: per alzarmi presto dovevo pensare a me come a una MATTINIERA. Quando continuavo a pensare di fare fatica, di lottare con la sveglia, di non farcela, ecco che davvero non ce la facevo. Quando mi convincevo di essere mattiniera ecco che mi alzavo senza problemi. Poi un bel giorno cominciai a parlare ai colleghi di me come di una che si alzava presto per fare ginnastica. Il cervello aveva svoltato. E facevo sempre meno fatica. Poi lo diedi per scontato. Diventare mattinieri è un obiettivo/risultato diciamo così secondario nel metodo TMM.

Quando ho cominciato a fare TMM il mio principale obiettivo a lungo termine era il DOWNSHIFTING, termine inglese che io ho tradotto come “lavorare meno, lavorare meglio, avere una qualità della vita alta, avere tempo per le mie passioni, vivere in un posto a contatto con la natura, nutrire la mia anima, stare bene di salute, sentirmi sempre piena di energia, il tutto possibilmente continuando a guadagnare gli stessi soldi di prima”. Ebbene sì, ho colto il suggerimento “se devi sognare sogna in grande”.

Sono passati due anni e se rileggo questa definizione è il modo in cui già ora potrei descrivere la mia realtà di oggi. Proprio così dopo “soli” due anni. Oggi è anche un progetto di vita a lungo termine con il mio compagno. Per me ha comportato nell’ordine cambiare città, casa, lavoro, amici, vita quotidiana. Ha comportato prima di tutto credere in cose diverse, fare cose diverse e cominciare a comportarsi “come se”. Fare una serie infinita di passetti uno dopo l’altro, ancora oggi. Vuol dire adattare le scelte quotidiane e settimanali a un progetto di lungo termine abbastanza chiaro nella mente ma che si delinea nei dettagli mano a mano, che può prendere strade impreviste, soprattutto sentire fiducia in me stessa e nelle scelte che faccio progressivamente. Significa adattare i tempi e i modi di raggiungere l’obiettivo, all’inizio pensavo che avrei fatto delle cose, in realtà ne ho fatte altre, se guardo il piano iniziale sono un po’ in ritardo ma poi guardo la visione di insieme e sono STRA-CONTENTA. Soprattutto mi sto fidando delle mie intuizioni e di quel che mi succede durante il cammino. Vivere così è assolutamente una figata.

pexels-photo-799420La vita è costellata di COINCIDENZE. Non sono coincidenze, sono situazioni o persone che tu stessa hai attratto a te desiderandole, magari per anni. Quando sei pronta arrivano. Ora, puoi crederci o meno ma la legge di attrazione funziona sempre. Pensala come l’energia del tuo pensiero che concentrata per abbastanza tempo su qualcosa attrae quel che desideri, nel senso che ti mostra le possibilità, poi sta a te dire SI o NO. Sono le sliding doors della vita.

Attrai anche le cose che “dici di non desiderare”. Perché attrae tutto quello a cui pensi abbastanza a lungo. Tutto quello su cui il tuo pensiero è concentrato, anche se per te è un pensiero negativo che non vorresti mai si verificasse. Ma se non lo desideri perché ne parli? Lascia andare, smetti di parlare di quel che non vuoi e smetti di pensarci. Comincia a concentrarti e lavora su quel che vuoi.

Anche quando stai lavorando a quel che vuoi ma hai una RESISTENZA, ovvero un pensiero contradditorio, l’universo la interpreta come se fosse proprio quello il tuo desiderio e ti conduce a realizzare la tua resistenza, invece del desiderio.

Per questo è così importante lavorare sulle affermazioni e sulla visualizzazione. Sono modi per CONVINCERE la tua mente che tu puoi essere davvero quel che desideri senza ostacoli perché il tuo è un desiderio giusto per te. Se il tuo desiderio ti fa stare bene stai facendo il tuo bene, perciò preoccuparsi del contrario non ha senso. Credici e basta. Niente super cazzole. Stai facendo il tuo bene e quindi non stai facendo male a nessuno. Te lo meriti. Vai così.

La ripetizione dei gesti nel TMM serve a farti svoltare con la mente, con il cuore e con l’anima. Una volta che sei diventata la persona che può realizzare il tuo desiderio, il risultato sarà lì ad aspettarti.

Vuoi diventare mattiniera? Stasera prima di dormire pensa a te che domani non farai fatica ad alzarti.

Vuoi perdere peso? Comincia da oggi a pensare come i magri, agisci come i magri.

Vuoi cambiare lavoro? Diventa la persona che può ottenere il lavoro che vuoi, studia, fai ricerca, riscrivi il tuo CV, agisci, proponiti alle aziende, comportati al colloquio come se non ci fosse nessun altro di così adatto per quel posto.

Domani, quando ti alzerai presto per fare i SAVERS rileggi questo post. Forse ti sembrerà tutto più semplice.

Un bacione, alla prossima!!

Tully

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *