Non riesci più a dimagrire con la dieta chetogenica?

Normalmente la maggioranza delle persone entrano in contatto con la dieta chetogenica per la volontà di dimagrire. Sono sempre di più, infatti, gli studi che confermano l’efficacia della chetosi nutrizionale nella perdita di massa grassa e quindi di peso corporeo.

 

Tuttavia, è sempre bene ricordare che ognuno di noi è diverso e che perde peso in quantità e tempi diversi e unici per il proprio corpo e per la propria salute. Sarebbe poco oggettivo ritenere la dieta chetogenica non valida solo perché si perde meno peso rispetto ad altre persone o perché ci si ferma dopo la perdita veloce delle prime settimane.

Come per qualsiasi altro regime alimentare, anche in chetogenica i primi kg sono quelli più facile perché sono i liquidi che vengono rilasciati dai tessuti a seguito della riduzione del consumo di carboidrati. Ma non è qui che la chetogenica è considerata efficace, bensì quando si entra in chetosi e il nostro corpo fa lo shift metabolico a corpo bruciagrassi.

Quindi, partendo dal presupposto che tu abbia la certezza di seguire la chetogenica correttamente e che tu sia in chetosi stabile (alias no eccesso di carboidrati in quel periodo) già da almeno 6 settimane, se il peso inizia ad essere in stallo già da qualche settimana, allora potrebbero esserti utili questi consigli:

 

  1. Affinché la cheto funzioni, bisogna abbassare l’insulina. Come? Riducendo la quantità di carboidrati e diminuendo la quantità di pasti giornalieri ad un massimo di 3 al giorno. In questo caso potrebbe esserti utile praticare il digiuno intermittente 16-8 che in modo naturale riduce l’appetito e la frequenza dei pasti. (per maggiori info, puoi leggere questo articolo qui)
  2. La quantità di grassi alimentari è troppo alta per permettere al tuo corpo di attingere al grasso corporeo e quindi farti perdere massa grassa. Prova a diminuire la quantità di grassi giornalieri, limitandoli a tagli di carne e pesce naturalmente grassi e ad un paio di cucchiai di olio di oliva. Attenzione: non devi comunque soffrire la fame, quindi regolati da sola in base a cosa ti dice il tuo corpo.
  3. Perdere meno peso di quello che ti aspettavi non significa che non stai dimagrendo, o necessariamente che la chetogenica non stia funzionando o che stai sbagliando qualcosa. Ogni corpo è diverso e segue i propri ritmi, quindi non confrontarti con le altre persone o con le tue aspettative iniziali. L’importante è fare piccoli passi, ma sempre in avanti. Concentrati sulla visione globale dei benefici che la chetogenica sta apportando al tuo corpo e alla tua salute, sulla riduzione delle infiammazioni e degli attacchi di fame, sulla ritrovata energia. Ricorda: prima ritrovi la salute e poi perdi peso per sempre.
  4. Assicurati di dormire bene e di ridurre lo stress psico-fisico. Purtroppo questi aspetti sono molto sottovalutati, ma sono di fondamentale importanza per ottenere la perdita di peso che desideri. Metti in atto una routine sana o delle piccole abitudini quotidiane che immediatamente rilassano corpo e mente. Coltiva in questi momenti l’amore per te stessa perché è qui che nasce il vero motore per ottenere risultati duraturi. Se non lavori su questo aspetto, la chetogenica sarà una dieta come tante altre e la perdita di peso non sarà mai definitiva (su di me ha funzionato benissimo la Miracle Morning Routine, trovi il libro su Amazon).
  5. Stai mangiando troppi latticini e/o troppa frutta secca: nonostante siano alimenti consentiti, il loro consumo può ostacolare chi deve perdere peso. Per quanto riguarda i latticini, questi causano infiammazioni, provocano intolleranze e sono calorici. Quanto alla frutta secca, essa contiene molti carboidrati e calorie quindi se non si sta attente si rischia di esagerare.
  6. Non tracci i macro e non ti rendi conto di quanto mangi: il fatto di seguire uno stile alimentare in cui non è fondamentale pesare gli alimenti può portare ad esagerare con le quantità. Se noti di non dimagrire, prova per un paio di giorni a tracciare quello che mangi su una app come myfitnesspal. Così facendo ti renderai conto immediatamente se stai rispettando i macro e le kcal corrette per la perdita di peso oppure se sei oltre (non sai quali sono i tuoi valori di macro-nutrienti? Leggi qui).
  7. Verifica se soffri di eventuali intolleranze alimentari e/o problemi di tiroide: questi due fattori possono incidere sulla perdita di peso. Se non hai mai fatto nessun esame e sei certa di seguire la dieta correttamente, sarebbe opportuno approfondire questi aspetti con dei professionisti.
  8. Non hai preso la cheto con il mindset giusto: stai ancora ragionando “da dieta” mettendo il tuo corpo e la tua mente in una situazione di “restrizione” costante. Dirsi sempre di no, negarsi qualsiasi cosa, pensare sempre di dover rinunciare a qualcosa che si desidera, pensare e parlarsi sempre con “vorrei ma” – “non posso” – “devo mangiare questo” – “vorrei mangiare quello ma devo mangiare questo” porta inevitabilmente il tuo corpo ad una situazione di stress e di blocco verso il raggiungimento del tuo obiettivo. Corpo e mente agiscono meglio se sono allineati e se vengono trattati con amore. Avere il mindset giusto è importante tanto quanto capire e seguire le basi del mangiare cheto.
  9. Ti stai ossessionando a misurare i chetoni: questo causa stress inutile in quanto non è necessariamente un indicatore che ti dice se stai facendo le cose giuste per perdere peso. Lascia perdere i chetoni e la bilancia, concentrati su quello che fai e su come stai. Segui le regole base e fai diventare la cheto un’abitudine.
  10. Non hai personalizzato il tuo stile chetogenico: lo ripeto spesso, questo è uno stile alimentare che si basa sull’ascolto di se. Non esiste un unico modo di esserlo perché ognuno di noi è diverso. Quindi non “copiare” quello che fanno gli altri nella keto community, ma prendi ispirazione dalle loro esperienze per testare cosa funziona meglio per il tuo corpo. Lo stile cheto è un percorso, il modo giusto per farlo non si trova in un mese e non sarà mai uguale, cambierà insieme a te.

 

Queste sono solo 10 cause che potrebbero nascondersi dietro una mancata perdita di peso, ma ovviamente non sono le uniche. Puoi considerarlo come un buon punto di partenza per comprendere l’attuale situazione e capire meglio cosa ti sta bloccando.

 

Vuoi imparare correttamente a seguire lo stile di vita in chetogenica?

Ecco come posso aiutarti: clicca QUI per conoscere KETO PRO!

 

 

*Fonti: Leanne Vogel, Dr Gustin, Dr Berg, Dietdoctor

 

Non sono una nutrizionista ne un medico, divulgo solo informazioni che trovo in blog, video, podcast, libri di esponenti della chetogenica internazionale oltre che la mia personale esperienza.

Quanto riportato in questo articolo non è da considerarsi in alcun modo sostitutivo a terapie mediche o nutrizionali.

L’autrice declina ogni responsabilità per le decisioni assunte autonomamente dal lettore che rimane il solo responsabile dell’utilizzo delle informazioni contenute.

37 commenti su “Non riesci più a dimagrire con la dieta chetogenica?”

    1. Il miele non è considerato un alimento ketofriendly in quanto composto quasi interamente di soli zuccheri. Tuttavia, se si fa rientrare un cucchiaino di miele CRUDO al giorno nel proprio macro di carboidrati potresti anche non uscire dalla chetosi. Si consiglia di farlo a ridosso di un allenamento intenso o nel giorno di ricarica carbo. Personalmente non ho mai provato, non ne sento la necessità. Ma, se non riesci a farne a meno, puoi provare e vedere come reagisce il tuo corpo.

  1. Ciao Daniela, seguo la chetogenica da più di un mese e ho perso solo un paio di chili, ti dico in breve, ho iniziato seguendo vari consigli dal web e perdo il peso suscritto ( avevo introdotto panna da montare senza zucchero, mascarpone, ghee ecc) poi decido di chiedere consigli ad una professionista per capire se era corretto come mi alimentavo, ricevo una dieta che non mi fa smuovere l’ago della bilancia anzi…lo faccio presente e mi viene aumentato qualche grammo di proteine ma nulla ( ovviamente i grassi prima citati aboliti)…certo che non è una alimentazione facile da seguire, ci sono delle APP preposte ma in lingua inglese…non so più cosa fare, ho ancora qualche chiletto da perdere ( 4-5 chili)…Secondo te sarebbe meglio resettare tutto e ricominciare con più grassi e meno proteine, mi sentivo più energica e più sazia, ma quali grassi? Grazie mille Patrizia

    1. Ciao Patrizia, quello che ti consiglio è di informarti dalle fonti giuste e seguire quelle altrimenti ti crei confusione e i risultati arrivano a fatica. Se preferisci farti seguire, esponi il problema al nutrizionista. Se preferisci gestirla da sola, allora verifica che macronutrienti devi seguire per perdere peso e attieniti a quelli. Come app in italiano ti posso consigliare Myfitnesspal. Qui sul blog trovi diversi articoli su come iniziare, macro, ecc. Prova a dare una lettura, magari ti chiarisci qualche dubbio o capisci gli errori che stai commettendo. In bocca al lupo!
      Daniela

  2. Ciao, ho iniziato la cheto da quasi 2 settimane.. durante questo periodo sto ingrassando sulla bilancia (1 kg per ora). Come mai?
    Mio padre dice che ha avuto lo stesso effetto su lui. È ingrassato i primi tempi di 3 kg ma ha perso molti cm.
    È possibile o mi vuole solo rincuorare?
    Mangio grassi buoni, nessun carboidrato tranne jna fetta di pane proteico al mattino con 6 grammi di carbo e 4 di fibre..
    Purtroppo non ho preso i cm ma provvederò a farlo.

    1. Ciao Jessica!
      Con così poche informazioni è difficile dare un parere. Hai calcolato i tuoi macro e ti stai assicurando di rispettarli? A volte il problema è che non ci si rende conto di quello che si mangia e con la chetogenica, maggior ragione all’inizio, non bisogno andare ad occhio. Bisogna capire molto bene come funziona e quanto mangiare. In bocca al lupo!
      Daniela

  3. ho 50 anni…. da 2 settimane sto facendo la chetosi….la prima settimana ho perso peso la seconda no….se pure ho fatto tutto alla lettera.
    e normale? 3 volte alla settimana faccio 45 minuti di camminata un po sostenuta .. va bene? mi ha demoralizzato nn aver perso peso la seconda settimana!

    1. Ciao Alessandra, la perdita di peso non è mai lineare soprattutto per noi donne. COncentrati più su come stai, informati e assicurati di seguire il tutto correttamente. Sono certa che i risultati arriveranno secondo il tempo del tuo corpo. Goditi il percorso 😉
      Daniela

  4. ciao a tutti ho 24 anni maschio il ho iniziato la dieta chetogenica circa 3 settimane fa ma sono seguito da un professore nel settore, ho dovuto assumere per 9 giorni solo proteine in polvere 100 grammi da divere in 5 pasti piu intengratori polase e magneso, in una settimana ho perso 5 kili, adesso ho ritengrato proteine solide carne pesce e frutta secca, ho perso 10 kili ma adesso la perdita di peso è rallentata faccio anche palestra pesi, ma si è rallentata e normale

    1. Ciao Luca, ti consiglierei di chiedere direttamente al tuo professore. Come avrai letto dal mio blog, il mio approccio alla chetogenica è da scelta alimentare con cibo vero 🙂

  5. Il tuo articolo mi trova totalmente d’accordo. Iniziando la keto da 2 settimane ho perso solo 2 kili ma, ho guadagnato tante cose buone
    – forza fisica!
    – non annaspo piu salendo le scale, non ne ho piu vampate mja sudo moooolto di piu cosa che prima non mi succedeva, ero una che salvo il volto quasi non sudavo – sono in premenopausa
    – ho la diuresi migliorata- meno ritenzione idrica!!!
    – mi idrato meglio, bevo di piu- la pelle gia piu bella e pulita
    – dormo benissimo anche tropo direi rispetto a prima
    – l’umore e alle stelle
    – ho voglia di muovermi di uscire di fare sport!!!

    Sai perché ti dico questo? perché sono partita da oltre 100 kg… senza voglia di vivere, depressa, stressata, mangiando male e scarso, senza un goccio d’amore per me stessa…. ogni piccolo passo fatto per me è un salto di gioia.

    poi ho fatto una cosa: la bilancia. Al diavolo la bilancia di casa che tenta di salirci almeno cosi” vediamo se sono dimagrita” ogni giorno. Via la bilancia.
    Ho stretto amicizia con la farmacista… ogni lunedì la bilancia di farmacia… e gli scontrini delle pesate li raccolgo in una scatoletta…. e vedo come i numeri scendono ogni settimana.
    Si lo stress conta e come! Se sento che sto per annoiarmi che mi viene da mangiucchiare mi alzo dalla scrivania- ho una mia attività, ed esco, vado, faccio qualsiasi cosa pur di staccare … E funziona!

    1. Ciao! Grazie mille per la tua testimonianza, mi fa molto più piacere leggere di persone che stanno davvero cambiando le proprie abitudini per dimagrire e stare meglio rispetto a quelle che mi dicono di essere contente per aver perso peso. Sai perchè? Perchè puntare alla salute, al benessere e all’energia è molto importante.. a volte anche più del peso da scendere.. che poi inizierà automaticamente a scendere se acquisiamo salute e voglia di fare. Quindi bravissima, sono orgogliosa di te e continua così!

  6. Lo so che dirai 2 kg sono pochi ma per me non è cosi! Per me perderli senza che mi stessi disidratando- bevo 2,5- 3 l al giorno solo di acqua+ tè con zenzero ( dimenticavo lo zenzero e un salvavita, mi toglie il senso di fame eccessivo) e di per se fantastico. Stare meglio muovermi meglio, riniziare a vivere senza sentirmi stanca ogni mattina, senza malumore e disperazione, senza vagare come un fantasma mirando il frigo… e un grande inizio per me. Prima di dimagrire guadagniamo salute e cambiamo modo di vivere e di amarci. Tu hai detto cosi e confermo io la vivo in questo modo.

    1. Bravissima, proprio così!
      Ti lancio una sfida in più: oggi pesati e misurati e poi per 1 mese non farlo più. Continua solo a seguire il tuo benessere e la tua energia, mangia quando hai fame e smetti quando sei sazia. Concentrati sull’amore per stessa, fai quello che ti piace e sperimenta cose nuove. Se hai fame, mangia.. ma le cose giuste e senza abusarne.
      Tra un mese, ripesati e scrivimi… sarò felice di leggere i tuoi progressi 🙂
      Un abbraccio
      Daniela

  7. Ciao! Sto seguendo la chetogenica dal 17 luglio, il primo mese ho perso 7 kg, stra felice, adesso nel 2 mese invece sono praticamente ferma, non sto perdendo quasi nulla e non capisco dove sbaglio! Ti dirò onestamente che non conteggio i nutrienti ma mi baso sulla sazietà e le regole della cheto, non sento fame anzi spesso ho paura di mangiare poco. Io parto da un peso importante quindi non sono quei 2 o 3 kg che si fatica a buttar giù, per cui non so se sbaglio qualcosa.
    La mattina faccio colazione con il butterproof coffee, a metà mattina e metà pomeriggio una manciata (4 o 5 semi) di frutta secca, o un mini grana, a pranzo per comodità utilizzo salumi (cerco di evitare quelli troppo salati) saranno tipo 100 gr con dell’olio d’oliva, oppure del salmone, non sempre riesco a mangiare la verdura purtroppo, mi riempie troppo, a cena solitamente la bistecca di carne abbastanza grassa (tipo coppa) o simili che alterno con le uova. Sicuramente assumo poco pesce se non il salmone è poca verdura, infatti prendo degli integratori di fibre cheto friendly, ma faccio fatica a capire se e dove sbaglio..

    1. Ciao Manuela, ti sei ritrovata in qualcuno dei motivi scritti qui nell’articolo?
      Visto che finora non hai tracciato, prova a farlo per qualche giorno e vedi se stai rispettando i macro per il raggiungimento del tuo obiettivo.
      Stai attenta a non andare troppo sotto di kcal, potresti inchiodare il metabolismo.
      La verdura è sicuramente da assumere in quanto ricca sia di fibre che di micronutrienti. Non te ne piace proprio nessuna?

  8. Maria Grazia Pace

    Ho iniziato la dieta chetogenica da circa 3 settimane .Le prime due sono andate bene,nella terza ho avuto un blocco di peso e addirittura ho preso 1 kg…cosa sbaglio??????

    1. Le prime settimane funziona perché si perdono i liquidi, lo stallo di peso non significa necessariamente che la chetogenica non stia funzionando.
      Assicurati di seguire le “regole” correttamente e di entrare in chetosi e dai il tempo al tuo corpo di adattarsi alla nuova benzina che gli stai dando.
      Affidati al processo, non alla bilancia 😉

        1. Ciao Maria grazia, ottimo risultato direi in soli due mesi!
          La perdita di peso non è mai lineare, soprattutto per noi donne che abbiamo anche tutto il discorso ormoni da gestire. Procedi come stai facendo e attendi qualche settimana. Se vedi per continua a star fermo, prova ad inserire delle ricariche di carboidrati settimanali (ci ho scritto due articoli). Fammi sapere!

  9. Maria grazia pace

    Ciao Daniela ,sono proprio disperata…volevo sapere come fare a ricaricare di carboidrati per ricominciare a scendere.Mi mandi il link dei tuoi articoli?Grazie!

      1. Maria Grazia Pace

        Ciao Daniela,volevo dirti che a tutt’oggi ho perso 18 chili in tre mesi grazie ai tuoi consigli e agli articoli che hai scritto.Volevo ringraziarti !

  10. CIAO. SONO MOLTO CONTENTA DI AVERTI TROVATO ONLINE, FINALMENTE CREDO DI AVER TROVATO LA MIA ALIMENTAZIONE IDEALE PER IL CONTROLLO DEL PESO! HO 64 ANNI E HO INIZIATO QUESTO PIANO ALIMENTARE DA QUASI UN MESE. DOPO 21 GG, HO PERSO 2,5 KG CON MASSIMA SODDISFAZIONE. AD UN CERTO PUNTO PERO’ NON DIMAGRIVO PIU’. HO VERIFICATO TRAMITE APP. , CHE INGERIVO TROPPI CARBOIDRATI: OLTRE 100 G. AL GIORNO.
    HO QUINDI ABBASSATO TALE CONSUMO. DA 5 GIORNI INSERISCO CIRCA 45 g. di CARB. AL GIORNO, MA IL PESO E’ FERMO.
    HO PROVATO A STARE SUI 40 g. MA E’ PESANTE, MI CREA STRESS, MAL DI TESTA, ANSIA, E FAME ANCHE DI NOTTE. CERTO NON E’ UN PERIODO MOLTO TRANQUILLO QUESTO. DEVO LAVORARE IN PIATTAFORMA ONLINE CON I MIEI STUDENTI E FRANCAMENTE… LE ORE DI STRESS NON SI CONTANO PIU’. MAGARI LO STRESS C’ENTRA. NON SAPREI… COSA MI CONSIGLI?

    1. Ciao Olga, ma stai seguendo una chetogenica? Da quello che scrivi non capisco esattamente quale “regole” tu stia seguendo. I carboidrati netti in una keto standard sono 20g, tu sei largamente sopra. E il resto dei macro e le kcal?

  11. Ciao DANIELA grazie per tutti i suggerimenti e consigli che ci dai.Oo ho iniziato la chetogenica da quasi 7 settimane, ho perso solo 3 kg,
    Credo di sbagliare delle cose, io non assumo carboidrati complessi, però sia la zucca,sia la passata di pomodoro ,sia una piccolissima fetta di pane integrale fatto da me con il latte scremato questi ,quando faccio colazione.
    perché spesso la salto, anche se di rado questi alimenti li ho assunti. INOLTRE,assumo molti estratti, succhi,quelli ricavati da ortaggi,
    Quello che volevo, precisare che io non ho mai avvertito tutti gli effetti collaterali della cheto, ma alcuni si, una cosa da segnalare in questi giorni di quarantena, e quello di non dormire bene,
    è non per colpa della quarantena, sostengo perché io stia seguendo la cheto i,nfatti mi sta dando anche stitichezza ,eppure le verdure che assumono sono molte ,poi non sto perdendo più peso, Domanda, tuttio questo succede perché
    ogni tanto ma molto di rado assumo dolci cheto,??inoltre mischio sia proteine che grassi, esempio ricotta con pesce oppure carne e uova?, tutto questo incide??Grazie

    1. Ciao Maddalena, da quello che scrivi non sono sicura tu stia seguendo la quantità giusta di carboidrati per entrare in chetosi ma piuttosto quella di una lowcarb.
      E’ importante non superare una certa soglia di carboidrati giornaliera, oltre a quali tipo di carboidrati assumere. Non solo, anche la quantità di grassi e proteine devono essere correttamente bilanciate.
      Ti consiglierei di leggere i primi articoli che spiegano la chetogenica e i macronutrienti.

  12. Tiziana Trovato

    Ciao Daniela. Seguo la dieta da 13 gg, La prima settimana ho perso kg 2,800, ma negli ultimi gg peso stazionario e stipsi.
    Mangio solo carne, pesce, e verdure tra quelle consigliate. Mezzo cucchiaino di zucchero di canna solo nel caffè del mattino e poi basta. In questi ultimi gg ho inserito mandorle e nocciole e qualche fragola per calmare gli attacchi di fame, tra un pasto e l’altro. bevo 2l di acqua al giorno, Ho mangiato solo una volta della philadelphia spalmabile. Ho sbagliato?

    1. Ciao Tiziana,
      affinché la chetogenica funzioni, è necessario consumare gli alimenti corretti e seguire i propri valori di macronutrienti.
      Purtroppo da quello che scrivi, credo ci siano un po’ di errori che ti impediscono di entrare in chetosi ed iniziare a perdere grasso. Il dimagrimento iniziale è solo dovuto alla riduzione degli zuccheri, è importante ora seguire la chetogenica correttamente.

  13. Ciao Daniela. Che bello trovare il tuo blog: chetogenica con cibo vero e mirata al benessere. Mi sono avvicinata alla chetogenica per la prima volta 8 anni fa. Una chetogenica seguita da una nutrizionista ma con prodotti appositi. L’ho seguita alla lettera e persi piú di 20 chili. Quello che mi colpí fu l’aumento di energia e del tono dell’umore. Poi la vita è andata avanti, è arrivata qualche batosta e mi sono lasciata andare e piano piano nel corso degli anni ho recuperato quei kg persi anche perchè non sapevo gestirmi i cibi ‘veri’. Questa quarantena mi ha buttata molto giù, soffro di disturbi dell’umore da tantissimi anni e assumo farmaci specifici. Ad un certo punto peró ho trovato la forza di svoltare. Sapevo che la chetogenica poteva aiutare il mio umore ma dovevo imparare a gestirmela con cibi veri. Ho iniziato a leggere e ad informarmi, per migliorare il mio rapporto con il cibo e per gestire la mia alimentazione senza prodotti ‘chetogenici’. Ho iniziato un mese fa, ho perso 5 kg ma il mio obiettivo non è piú primariamente ‘perdere peso’ ma la mia salute mentale. Questa vuole essere solo una testimonianza del mio percorso ma questa alimentazione ha un effetto incredibile su di me per quanto riguarda la stabilizzazione dell’umore ed è stato notato e confermato anche da chi mi segue dal punto di vista farmacologico. È un percorso, proprio come dici tu, verso il prendersi cura di sé a 360 gradi. Probabilmente non faró tutto giusto ma sto imparando io ció che funziona e ció che non funziona basandomi sul mio corpo e sulla mia mente. Per esempio ho imparato quanto le fasi del ciclo influiscano sul mio tono dell’umore, sulla ritenzione idrica e sulle fasi della perdita di peso. Già da 7/8 giorni prima del ciclo entro in stallo ma poi so che mi sblocco e magari non perderó peso velocissimamente ma il benessere psicofisico continua e quella è la mia priorità. Mi godo i cibi che mangio. Non sono piú in preda alla fame emotiva da zuccheri. Organizzare la spesa mi aiuta a sentirmi in controllo. Scusa se mi sono dilungata ma penso che il tuo blog sia il posto giusto per evidenziare i benefici dell’alimentazione chetogenica con cibi ‘veri’ anche per chi ha a che fare con disturbi del tono dell’umore. All’estero questa correlazione si sta studiando molto. In Italia è difficile trovarla evidenziata. Il tuo blog è proprio in linea con la mia esperienza vissuta e ritengo che l’approccio che proponi sia prezioso. Quindi grazie!

    1. Grazie di cuore per questa condivisione, credo che sia davvero importante quello che hai scritto e che il successo che stai avendo con la keto è dovuto proprio all’approccio che stai seguendo… praticamente come il mio.
      Sono sempre più convinta che sia una strada molto efficace per noi donne che abbiamo molti fattori da considerare oltre al semplice desiderio di perdere peso. Dobbiamo pensare a cosa significhi per noi, a ritrovare l’amore per noi stesse, a pensare che non siamo solo corpo ma che a volte la salute è prioritaria rispetto ai kg in più, ai cambiamenti ormonali che influiscono sul nostro corpo e sulla nostra mente, alla fame emotiva e a tanto altro.

      E.. confermo, anche io da quando seguo la keto con questo approccio sono una persona totalmente nuova.

      Non preoccuparti se non sei perfetta (rispetto a cosa poi?), è meglio che tu sia consapevolmente perfettibile e soprattutto te stessa. 😉

      Baci
      Daniela

  14. Salve, ho iniziato la dieta chetogenica un mesetto fa, le prime 3 settimane ho perso 3 chili e pochi centimetri. Questa settimana (la 4) purtroppo ho ripreso 1 chilo ma ho perso tanti centimetri di pancia, fianchi e cosce (rispettivamente 5/4/4). Come mai il peso fa fatica a scendere, nonostante abbia perso davvero tanti centimetri? Grazie

  15. Caso particolare: posso fare tutti i sacrifici che volete, ma non riesco a rinunciare al vino rosso a tavola. Ne bevo un po’ meno di mezza bottiglia a pasto, questo da sempre (ho 70 anni). Ho provato a eliminarlo ma è una fatica improba. Ora con la cheto (sempre vino compreso) ho perso due kg in due settimane circa: se mi privo di tutti i carboidrati, perché non mantenere il vino che ne contiene pochi? GrAZIE!

    1. Non posso entrare nel merito di scelte personali, Augusta.
      Per quanto mi riguarda, non ritengo il vino una bevanda da assumere con questa frequenza e con questa quantità. Contiene comunque alcool, zuccheri e solfiti che non danno nessun beneficio alla nostra salute, a prescindere dalla chetogenica.

      Ma ognuno fa le sue scelte 😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *