fbpx
Misuratore chetoni nel sangue Ketomojo

il misuratore di chetoni nel sangue

Quando si inizia a mangiare chetogenico, molte persone iniziano a focalizzarsi (o addirittura fissarsi) sulla misurazione dei chetoni come strumento pratico e veloce in grado di confermare i loro progressi o di dare una certa sicurezza sul percorso intrapreso. 

Tuttavia, spesso per molte di queste persone, avere il livello di chetoni come unico focus e riprova sull’efficacia della chetogenica diventa spesso motivo di scoraggiamento e di frustrazione.

A maggior ragione se tali misurazioni avvengono tramite test di chetoni nelle urine che, con il tempo, tendono a diventare poco affidabili rispetto al reale livello di chetosi, di adattamento ai grassi e di flessibilità metabolica (te ne ho parlato qui).

Se si vuole davvero essere certi di essere in chetosi o se si ha la necessità di monitorare la chetosi nel corso del tempo e in base alle personalizzazioni che si fanno, il misuratore più affidabile è sicuramente quello dei chetoni nel sangue.

Ketomojo è il misuratore di chetoni nel sangue che utilizzo da un paio di anni nel mio percorso di alimentazione chetogenica. Non solo è molto pratico e facile da utilizzare, ma oltre ai chetoni misura anche:

  • il livello di glicemia
  • il GKI (glucose ketones index) ovvero il rapporto del livello di zuccheri nel sangue rispetto ai chetoni 

Questi dati insieme permettono di avere una visione più chiara sia sul reale livello di chetosi che sullo stato metabolico raggiunto.

misuratore di chetoni nel sangue Ketomojo

-15%

Clicca sul bottone qui sotto* per ottenere uno sconto del 15% su tutti i prodotti Ketomojo (escluse i kit di sole strisce)

*si tratta di un'affiliazione, per cui l'unico modo per ottenere lo sconto è acquistare tramite il bottone qui sopra.

Cosa è il misuratore Ketomojo?

Keto mojo è un misuratore elettronico che ti permette di misurare i chetoni, la glicemia e il GKI in modo semplice e veloce.

Una volta impostato il misuratore e inserita la striscia reattiva, ti basterà ottenere una goccia di sangue con l’apposito pungidito (l’ago è finissimo e non da’ dolore) per testare prima la glicemia e poi i chetoni. 

Automaticamente Ketomojo farà il rapporto tra i due valori e ti confermerà il GKI in grado di indicarti.

Se è vero che per essere in chetosi basta un livello minimo di chetoni di 0.5 mmol/L, è altrettanto vero che, in base al proprio obiettivo, esiste un determinato livello di chetosi ottimale.

Ad esempio, per scopi di dimagrimento stare tra 0.5mmol/L e 1 mmol/L è un ottimo punto di partenza. Una volta raggiunto 1 mmol/L si può puntare a mantenersi nel range ottimale di 1-3 mmol/L. Andare oltre, per questo scopo, non serve.

Al contrario, se si segue una chetogenica per scopi terapeutici (come epilessia, cancro o disturbi endocrini o del metabolismo), il range ottimale si alza a 3-5 mmol/L.

Ketomojo permette di tenere monitorati questi livelli e, allo stesso tempo, risulta un utile strumento per valutare come un determinato alimento influenza i nostri valori. 

Nel mio corso Keto PRO, ad esempio, suggerisco di utilizzarlo quando si iniziano ad inserire le ricariche di carboidrati perché aiuta a comprendere meglio come farle e con quale alimento. 

Misuratore keto

Cosa riceverai nel GKI BASIC STARTER KIT KETOMOJO?

  • 1 misuratore di chetoni, glicemia e GKI con bluetooth
  • 10 strisce per testare i chetoni e 10 strisce per testare la glicemia
  • 1 penna pungidito
  • 20 lancette per il pungidito
  • 2 soluzioni per il controllo del glucosio e dei chetoni
  • 1 pochette porta-kit
  • 2 batterie

Perché è importante misurare anche la glicemia?

Se conosci bene la chetogenica, sai che i chetoni non sono l’unico aspetto importante, ma che anche la riduzione e stabilizzazione della glicemia ha un notevole impatto sul miglioramento del nostro stato metabolico.

Avere un livello di glicemia molto alto non causa solo il diabete, ma anche altri disturbi come le disfunzioni cardiache. 

Monitorarla quindi ci da’ un’idea di come sta la nostra salute metabolica. Ma non solo: la glicemia, avendo una reazione più rapida ai cibi che ingeriamo rispetto ai chetoni, può indicarci quali alimenti impattano di più di altri sulla chetosi.

Quando la glicemia aumenta, infatti, i chetoni diminuiscono.

Quando è meglio misurare chetoni e glicemia?

Idealmente sarebbe meglio misurare chetoni e glicemia ogni giorno alla stessa ora in modo da monitorare i progressi (all’interno della App Ketomojo).

Ci sono dei momenti della giornata che sono sicuramente migliori di altri. Ketomojo consiglia:

  • al mattino a digiuno, ma dopo almeno 2-3 ore da quando ti sei svegliata/o (rimanendo sempre digiuna in queste ore);
  • prima di pranzo o cena se nelle 2-3 ore precedenti se non si mangia e non si beve (eccetto acqua) da almeno 2-3 ore;
  • nel caso tu stessi verificando eventuali sensibilità/intolleranze a certi alimenti, allora dovresti misurare prima del pasto, dopo 1 ora e dopo 3 ore da esso per vedere come reagisce il corpo. In questo caso, il dato più importante è la glicemia più che i chetoni.